Tempo sospeso

Odo sottili pronunce in cupi silenzi stabiliti dai se,
scuotere i tendini, urtare maree al mondo taciute.
Tutto è movenza, rissa costante d’infinite attese.
Vortici baloccano incalzandosi, senza afferrarsi mai.
Tempo sospeso innalza disordini, argina gli intenti.
Lacerato e caparbio il cuore, rincorre il suo battito.
L’anima scruta, nei chiarori distanti, lustri segnali.
Altre cadenze, esche velate carpiranno gli incontri.
Umidi gli occhi, salini, grati per quei passi d’amore.

© Roberto Anzaldi

  2 comments for “Tempo sospeso

  1. Elena Colantoni
    23 settembre 2015 at 11:42

    Sono le attese di ciò che potrebbe divenire e non diviene, per accadimenti che sembrano a noi chiari e invece sono mossi da una volontà interiore che non possiamo controllare.
    Spesso muoverci nella direzione che noi desideriamo può essere quasi impossibile se non è profonda la conoscenza di noi stessi.
    Ma questo tempo sospeso a volte, può far crescere…a volte.

  2. 23 settembre 2015 at 12:39

    … sì le attese, nel loro significato più intrinseco!

Lascia un commento